Siete qui: Home > STORIE > Notizie dal Campo > Dettaglio

 

Quando si fa del dono ricevuto un gesto di amore per il prossimo



Per Operation Smile lasciare il segno significa disegnare un sorriso sul volto di chi soffre.
In alcuni dei Paesi dove siamo presenti, questa missione diventa propria di chi ci conosce.

In Madagascar, per esempio, un signore, affettuosamente chiamato Mr. Lala, ha partecipato nel 2015 per la prima volta ad una missione medica. Sua figlia, di soli due anni, è stata operata a Tamatave.

Dal quel momento in poi Operation Smile è entrata nel suo cuore e ora il suo desiderio più grande è che altre famiglie come la sua ricevano quel gesto d’amore che gli ha cambiato la vita.

Mr. Lala sa benissimo che cosa significa quando ti nasce una figlia con una malformazione al volto in paesi poveri come il Madagascar. Lui l’ha vissuto prima degli altri. Quando è nata sua figlia Laly, aveva sentito parlare di labbro leporino ma mai si sarebbe aspettato che anche a lui sarebbe toccata la stessa sorte. Sua figlia era sempre sottopeso e si ammalava di continuo. Aveva paura che non sopravvivesse.

Un giorno ha sentito un annuncio alla radio che informava di una missione medica di Operation Smile. Da quel momento in poi in lui si è accesa una speranza. Dopo aver percorso circa 400 chilometri in autobus, sua figlia è stata messa nelle mani di medici che vedeva per la prima volta e, dopo l’intervento chirurgico, gli è stata riconsegnata con un sorriso nuovo. L’incontro con Operation Smile è stato determinante.

E’ stato così grande quello che Operation Smile ha fatto per la sua famiglia, che ora è il tempo che lui faccia qualcosa per gli altri bambini del Madagascar.

Ogni giorno, nel tempo a disposizione dopo il lavoro, Mr. Lala in bicicletta percorre tutti i villaggi del suo distretto per mostrare la foto di sua figlia prima e dopo l’intervento chirurgico. In Madagascar ogni anno nascono centinaia di bambini con malformazioni al volto che neanche sanno che per loro c’è la possibilità di essere curati gratuitamente. Per tutti loro c’è un’opportunità!

Durante la missione di aprile in Madagascar, Mr. Laly ha accompagnato ben 33 pazienti di cui 21, fra adulti e bambini sono stati operati, mentre gli altri saranno curati nelle prossime missioni.

Il suo impegno non si ferma qui. "Non ho intenzione di smettere", ha detto Mr.Lala. "Una volta che ho finito con il mio quartiere passerò a quello successivo. Voglio che la gente del mio Paese sappia che Operation Smile li può aiutare".

Questa storia ci insegna come per molte famiglie ricevere gratuitamente un intervento chirurgico ha un significato che va oltre. E’ un gesto d’amore di cui non ci si dimentica e che anche altre persone hanno il diritto di ricevere.



“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile