Siete qui: Home > STORIE > Notizie dal Campo > Dettaglio

 

La conquista di Enok



Durante le missioni mediche di Operation Smile non vengono operati solo bambini ed adolescenti. Spesso capita, soprattutto nei Paesi poveri, che alcuni pazienti debbano attendere anni prima di essere curati.

Questo è capitato a Enok, ha dovuto aspettare 25 anni per ricevere l’intervento chirurgico di cui aveva bisogno. 

La sua vita non è stata facile, soprattutto se si considera che in luoghi come il Rwanda nascere con una malformazione al viso significa vivere isolati e derisi.



Oggi però non vogliamo raccontarti la sua storia prima dell’operazione, ma come la sua vita è cambiata grazie ad un semplice intervento chirurgico di poco più di 45 minuti.
 

Oggi Enok, come tutti i ragazzi della sua età, esce con gli amici e ha una vita sociale.



Lavora in un forno
 e per raggiungere il posto di lavoro non percorre più, come prima, strade alternative per evitare di incontrare qualcuno che possa insultarlo o denigrarlo!
 


E’ rispettato dalla sua collettività e dai suoi colleghi di lavoro. Non vive più isolato ma si sente parte della vita della sua comunità. 



Enok oggi vive una tranquilla quotidianità che rappresenta una grande conquista. 



“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile