Siete qui: Home > STORIE > Notizie dal Campo > Dettaglio

 

Dopo 46 anni di vita con una malformazione al volto



Sono Cathy Pearse Snyders, una Patologa del Linguaggio, e ho partecipato come volontaria alla missione medica di Lubumbashi in Congo dove ho seguito personalmente un paziente di 46 anni.Kaza vive nel lontano villaggio di Luele e grazie al passaparola ha saputo dell’arrivo di Operation Smile.
Era elettrizzato al solo pensiero che forse si sarebbe avverato il sogno di tutta una vita: curare la spaccatura sul suo volto e pronunciare correttamente una “p”, “b” e “m”. 

Ha lavorato per 13 giorni senza mai fermarsi e ha usato tutti i suoi risparmi per il viaggio. Ci sono voluti 3 giorni per raggiungere Lubumbashi, facendo un tragitto a piedi, in bicicletta e in autobus senza avere nessuna certezza di essere tra coloro che sarebbero stati operati. Appena giunto in ospedale, nell’area dello screening, si è guardato intorno e in un attimo il suo sogno è svanito: i pazienti erano radunati in attesa di essere operati. La fase dello screening, era terminata il giorno prima. Kaza non era arrivato in tempo!

Ma il destino è dalla sua parte: Dominique, un infermiere, lo nota e si avvicina. Colpito dalla sua storia riporta il caso al coordinatore della missione e a tutti noi medici volontari. Riusciamo a trovare un tavolo operatorio disponibile per poterlo operare nella stessa giornata. “Verci Deoucou” ha sussurrato, prima di entrare in sala operatoria, nel suo tentativo di ringraziare in francese. 

In un’ora di tempo e con un’anestesia locale la vita di Kaza è cambiata. 

Kaza, operato al labbro leporino in CongoIl Dott. Rodriguez, il chirurgo che lo ha operato, ha eseguito così bene l'intervento al labbro che il risultato finale è sembrato l'opera di un artista. 
E’ difficile credere che quello è lo stesso viso dell’uomo che poche ore prima camminava disperato nei corridoi dell’ospedale pensando di aver perso la sua opportunità. Terminato l’intervento chirurgico gli occhi di Kaza sorridevano nonostante il dolore post operatorio. Ci ha fatto con il pollice un segno di approvazione e ci ha mormorato la sua gratitudine pronunciando in modo corretto “merci beaucoup”. 
Dopo 46 anni di vita con una malformazione al volto, la vita di Kaza è cambiata grazie alla dedizione dei medici volontari di Operation Smile ma grazie, soprattutto, a tutti i nostri donatori che ci permettono di fare tutto ciò: donare nuove vite! 

Nella “sala del risveglio”, Kaza, con un grande sorriso , ci ha detto: “Mia moglie vorrà risposarmi quando ritorno al villaggio!” Grazie



“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile