Siete qui: Home > STORIE > Notizie dal Campo > Dettaglio

 

Come è potuto accadere?



Prince prima dell’intervento chirurgico durante la missione medica di Operation Smile in Malawi

Questa è la storia di uno dei 114 bambini operati nel mese di agosto in Malawi.
Prince, questo è il suo nome, oggi sorride e questo grazie a tutte le persone che generosamente sono vicine ai bambini di Operation Smile!

Prince è nato con la labiopalatoschisi ed è il secondogenito di Felista e Steve.
Durante il periodo della gravidanza tutto sembrava procedere per il meglio e i due genitori non avrebbero mai immaginato che qualcosa non sarebbe andato per il verso giusto.
Quando però hanno visto il piccolo Prince per la prima volta sono rimasti sconvolti: Come è potuto accadere?”, “Che cosa ho fatto di  sbagliato?” - Felista non smetteva di farsi queste domande.

I dottori hanno però cercato di rassicurare subito i due genitori: “la malformazione è curabile e ogni anno Operation Smile svolge, in Malawi, una missione medica per operare i bambini nati con malformazioni come il piccolo Prince”.

Sono stati sempre i medici ad avvisare Felista e Steve dell’arrivo dei volontari medici di Operation Smile a Lilongwe: il loro desiderio si stava per avverare!
Per Felista e Steve ricevere questa notizia è stato un vero sollievo. In attesa dell’inizio della missione, le infermiere dell’ospedale dove Prince era nato, si sono prese cura di questa bellissima famiglia, insegnando loro come nutrire il piccolo per farlo crescere e raggiungere un peso ottimale per essere sottoposto all’intervento.

Dal 1 al 10 agosto, insieme a Prince, altri 113 bambini sono stati operati e hanno ricevuto le stesse attenzioni e cure.
Uscito dalla sala operatoria, il piccolo dormiva beatamente in braccio alla sua mamma.
Felista non smetteva di fissare la sua bocca. Ora è iniziata una nuova vita per lui e la sua famiglia.

Prince in braccio alla mamma durante le visite mediche prima dell’intervento al labbro leporino



“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile