Siete qui: Home > STORIE > Testimonianze Studenti > Storia

 

Ragazzi diversi ma con un obiettivo comune

Senza-titolo-1.jpg

 

Lavinia Lucangeli

San Diego 15-25 luglio 2015

Quest’anno ho deciso di intraprendere una nuova esperienza con Operation Smile e per farlo sono arrivata fino negli Stati Uniti d’America che hanno accolto la 25^ International Students Leadership Conference ed il Mission Training Workshop.

I ragazzi volontari del programma Student Programs di 29 Paesi del mondo si sono infatti recati a San Diego, per imparare a diventare buoni leader e per capire quanto è importante riuscire a curare tutti i bambini del mondo. Quest’anno i leader di Operation Smile ci hanno sensibilizzato molto anche sulla campagna “Until We Heal”, che vuol dire riuscire a curare tutte le persone che soffrono di labiopalatoschisi. 

Circa 500 ragazzi hanno partecipato alla conferenza; siamo stati divisi in squadre e abbiamo partecipato a un progetto chiamato “Hackathon” per risolvere uno dei tanti problemi presenti nei Paesi in via di sviluppo come la malnutrizione, la disidratazione e la malaria. Abbiamo poi seguito delle conferenze di molte persone coinvolte in Operation Smile, ognuna delle quali ha provato a insegnarci qualcosa o a trasmetterci un messaggio. 

Per me è stato bellissimo rendermi conto di quanti ragazzi in tutto il mondo fanno parte dello Student Programs e si dedicano ad aiutare tutti i bambini. Eravamo ragazzi diversi ma con un obiettivo in comune: we won’t stop until we heal every child!

Mi sono sentita parte di un gruppo ed è stato emozionante scoprire le culture dei ragazzi provenienti da diversi Paesi. Abbiamo fatto amicizia e legato con ragazzi brasiliani, americani, egiziani, arabi, cinesi, indiani e non solo. Abbiamo avuto l’onore di conoscere i fondatori di Operation Smile, Bill e Kathy Magee, ed è stato bellissimo poter parlare e far loro tante domande.

I team leader ci hanno accolto con gioia e ci hanno fatto sentire parte di un’unica grande famiglia. E’ stato emozionante essere consapevoli che tutti erano lì per lo stesso motivo e con tanta voglia di donare nuovi sorrisi a tutti i bambini.

Il programma è stato molto intenso e pieno di attività, quindi per certi versi alla fine della conferenza eravamo stanchi, ma fieri del nostro percorso. Quest’anno è stato proprio lo Student Program italiano a vincere il premio di miglior student club internazionale e sono orgogliosa di aver contribuito a renderlo tale, perché significa che noi ragazzi ci siamo impegnati moltissimo in tutti gli eventi di beneficenza e in tutto ciò che abbiamo fatto.

Stare a contatto con tutti questi ragazzi ha cambiato il mio modo di relazionarmi con gli altri e mi ha fatto vedere ciò che faccio per Operation Smile da un altro punto di vista. Mi ha reso più vicina a questi bambini: voglio aiutarli, farli ridere, e giocare con loro e penso che vederli entrare in sala operatoria tristi per poi uscire felici e con un nuovo sorriso sarà un’esperienza che mi cambierà la vita.

Il prossimo anno l’ISLC si terrà qui a Roma e non vedo l’ora di rivedere tutti i miei amici, la mia nuova grande famiglia nella nostra città. Sarà un’esperienza ancora più bella e piena di entusiasmo di quella vissuta quest’anno che, sono sicura, porterò sempre nel cuore.

Come ho già detto e tengo a ripetere WE WON’T STOP UNTIL WE HEAL EVERY CHILD!

“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile