Siete qui: Home > STORIE > Storie di sorrisi: pazienti e genitori > Patient Story

 

La storia di Hachelyn

honduras_1.jpg

Non avranno più il coraggio di prenderla in giro

Honduras


Lani è la mamma forte e coraggiosa di Hachelyn, 
una bimba honduregna nata con una malformazione al volto. Purtroppo sono estremamente povere e per raggiungere in tempo il luogo della missione di Operation Smile hanno utilizzato biciclette, bus e camion. Sono arrivate esauste all’ospedale Cauayan City. 
Il papà di Hachelyn lavora nei campi di riso, ma solo durante il periodo della raccolta. Nei mesi di alta stagione riesce a guadagnare all’incirca 20$, che gli permettono solo con difficoltà di prendersi cura dei suoi quattro figli. Non avrebbero mai potuto risparmiare i soldi necessari per far curare la piccola, nata con una malformazione al volto.

Quando Lani ha saputo dell’arrivo di Operation Smile, ha lavato i panni a tutti i vicini di casa per mettere da parte i 3$ necessari per affrontare il viaggio.
I suoi occhi erano pieni di lacrime quando ha raccontato la sofferenza e il dolore che lei e la sua famiglia provano da quando Hachelyn è nata.
«Quando l’ho vista per la prima volta, dopo il parto, non riuscivo a smettere di piangere. Sono rimasta scioccata quando l’ho vista» ci ha raccontato Lani. «Le persone del villaggio ci chiedevano cosa avessimo fatto per essere stati puniti in questo modo».
La povera mamma, a forza di dare ascolto alle dicerie sul conto della figlia, è arrivata a pensare che la malformazione della figlia fosse colpa sua.
I suoi vicini di casa sono arrivati persino a dirle: «Gettala via, lasciala morire».
La piccola Hachelyn è nata con una labiopalatoschisi, una malformazione che rende molto complicata l’alimentazione. Quando la mamma provava ad allattarla, il latte le usciva dal naso e Lani aveva paura che la neonata non ce l’avrebbe fatta a sopravvivere.

Questa mamma ha affrontato ogni giorno, da sola, la sua battaglia per proteggere la figlia dagli insulti e dalle offese alle quali è sottoposta, in particolare dai vicini di casa: il suo più grande desiderio era che Hachelyn fosse curata.

Quando Lani ha visto la città tappezzata dai manifesti di Operation Smile, che annunciavano l’avvio di una missione medica, ha pensato che questa fosse l’unica possibile soluzione per la sua piccola.«Per anni hanno preso in giro mia figlia: quando faremo ritorno al villaggio, i vicini si renderanno conto, con i loro occhi, del male che ci hanno fatto». Così Lani ha detto, piangendo, a un nostro medico volontario, dopo aver visto il nuovo volto di Hachelyn, appena uscita dalla sala operatoria. «Non avranno più il coraggio di prenderla in giro! ».

Operation Smile continuerà a raccontarvi le storie di famiglie che hanno ritrovato la serenità grazie all’aiuto dei medici volontari e ad un intervento chirurgico in grado di liberare dal dolore e dall’emarginazione

PHL_2015_Cauayan_069_Hachelyn_Before_025.jpg

“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile