Siete qui: Home > STORIE > Storie di sorrisi: pazienti e genitori > Patient Story

 

La strada per il sorriso può essere lunga e tortuosa

ramata_1.jpg

Ramata ha 4 anni ed è nata con la labiopalatoschisi. Mariana, la giovane mamma, ha fatto di tutto per poter curare la sua bambina, ma loro vivono in Ghana.

In un Paese come questo, la forte motivazione e la determinazione non sono sempre sufficienti per cambiare un destino. Vi sono infatti alcune barriere che impediscono l’accesso alle cure chirurgiche: molte famiglie vivono in contesti rurali molto lontani dai grandi centri urbani in cui sono presenti le strutture sanitarie e spesso non hanno il denaro necessario per affrontare il viaggio. In una società come questa le persone nate con una malformazione al volto vivono stigmatizzate ed emarginate.

In ben 5 occasioni Mariana ha messo da parte i soldi necessari per il viaggio in autobus dalla comunità di Assin Praso fino a Cape Coast, ma ogni volta le condizioni di sua figlia non erano idonee a sostenere l’intervento. Quando poi la salute della bambina migliorava, lei non disponeva dei 300 cedi (75$) che le venivano richiesti per l’operazione. Nel frattempo Ramata ha iniziato a frequentare l’asilo, ma veniva costantemente presa in giro ed isolata dagli altri bambini a causa del suo aspetto.

L’incontro con un volontario non medico di Operation Smile, impegnato in una campagna di sensibilizzazione sulle attività dell’organizzazione in Ghana proprio nel distretto di Assin Praso, si è rivelato decisivo per cambiare le loro vite.

Mariana non poteva credere che la figlia avrebbe ricevuto un intervento chirurgico gratuito e che Operation Smile avrebbe messo a disposizione dei pazienti un autobus da Assin Praso fino a Cape Coast, dove si sarebbe svolta la missione successiva. Durante la visita che precede l’intervento i medici si sono accorti che Ramata aveva contratto la malaria e sono stati costretti a rimandare di nuovo l’operazione.

Fortunatamente la bambina è riuscita a superare la malaria senza complicazioni ed è stata operata durante la missione che si è tenuta ad Ho, una località distante 10 ore di viaggio da Assin Praso. Quando Mariana ha visto sua figlia dopo l’intervento, non poteva credere ai suoi occhi: finalmente la malformazione era scomparsa dal volto di Ramata.

Ramata è riuscita, grazie alla tenacia di sua mamma, ad essere operata: oggi sorride ed ha iniziato una nuova vita.

ramata_2.jpg

“Ogni bambino con una malformazione al volto è una nostra responsabilità. Se non ci prendiamo cura di lui, non c’è garanzia che qualcuno lo farà.”

- Kathy Magee, Co –Fondatrice e Presidente di Operation Smile